Figlio immigrati a compagni di classe: “Siete dei luridi italiani”

Condividi!

UDINE – E’ stato sospeso per una settimana. Uno studente nordafricano dell’istituto Malignani di Cervignano, Udine, ha insultato due compagni di classe italiani definendoli “luridi italiani”.

Il che dimostra due cose: studiare in Italia non ti rende italiano e gli immigrati di seconda generazione odiano gli italiani più di quanto non sia per i loro genitori. Del resto è dimostrato da studi in nazioni con una immigrazione ben più duratura, come Francia e GB: sono i figli e i nipoti degli immigrati a devastare le banlieu. Jihadi John è figlio di immigrati.

Il dirigente scolastico dell’istituto Malignani di Cervignano, Udine, Aldo Durì ha detto: “Si tratta di un fatto grave, che può essere definito di razzismo alla rovescia. Abbiamo dovuto immediatamente intervenire e sanzionare il responsabile. In alcune classi dei nostri istituti superiori c’è una forte tensione tra etnie diverse e questo crea innegabili difficoltà”. Interessante: la presenza di immigrati crea ‘innegabili difficoltà’. E allora perché non evitare la loro presenza, se creano difficoltà? Chi ci ha ordinato di farli entrare e metterli nelle scuole? Anche qualora fosse vero – e non lo è – che servono lavoratori, non significa che servono i loro figli. Possono venire a lavorare a rotazione, no? Ma non è una immigrazione di lavoratori che il Sistema vuole, bensì una immigrazione di popolamento, per dominarci meglio.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Il ragazzino ha rivolto l’insulto senza motivo, per via di un rancore covato da tempo verso gli italiani. Il ragazzo viene descritto come particolarmente turbolento: in passato avrebbe aggredito altri compagni. Ius Soli.




Un pensiero su “Figlio immigrati a compagni di classe: “Siete dei luridi italiani””

Lascia un commento