Elton John vuole boicottare Dolce e Gabbana: perché sono contro le ‘adozioni gay’

Condividi!

Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono due omosessuali, ma prima di questo sono due persone intelligenti. E quindi non sono gay.
Abbiamo già parlato della loro opposizione al cosiddetto ‘matrimonio gay’ e, soprattutto, alle adozioni, opposizione che hanno ribadito in un’intervista con la rivista Panorama: “Ci opponiamo alle adozioni gay. L’unica famiglia è quello tradizionale”.

Gabbana ha dichiarato: “La famiglia non è una moda passeggera. In essa vi è un senso soprannaturale di appartenenza “. Dolce intanto detto che i bambini non nati in un ambiente familiare tradizionale sono “figli della chimica, bambini sintetici”.

Queste intelligenti dichiarazioni di due omosessuali hanno scatenato la furia iconoclasta del fanatismo gay, con diverse associazioni che sulla scorta del caso Barilla, hanno chiesto il boicottaggio del marchio Dolce&Gabbana.

A questa richiesta si è accodato Elton John, noto per avere comprato due figli da una donna (è lo schiavismo moderno, con donne oggetto utilizzate dai gay come forni per bambini) definita ‘madre surrogata’. I bambini non potranno mai conoscere la propria mamma.

Del resto, il rapporto del compratore di bambini con la propria mamma è triste. E questo forse spiega tante cose, Freud sarebbe interessato. Mentre il cantante se la sta spassando a Las Vegas, infatti, la mamma, con la quale non parla da anni, ha trascorso sola il giorno del proprio compleanno:

Sir Elton performing in Alabama

Sir Elton performed in Las Vegas this week

Visto come si veste, non crediamo sia per D&G una grande perdita.




Lascia un commento