Migliaia miliziani islamici verso la Libia

Condividi!

Oltre 5.000 combattenti stranieri sono accorsi in Libia per entrare nelle fila di gruppi islamici radicali come ISIS, secondo il ministro degli esteri del paese, al-Dairi.

In un video di reclutamento pubblicato la scorsa settimana, un militante ISIS chiede ai jihadisti da Arabia Saudita, Tunisia ed Egitto di emigrare in Libia. Il mese scorso, il portavoce dell’esercito regolare libico ha anche sostenuto che il più grande campo di ISIS nel paese è situato a soli 45 km dal confine tunisino e un certo numero di combattenti tunisini aveva effettuato attentati suicidi nella città orientale di Bengasi.

ISIS ha presumibilmente nominato due emiri, entrambi cittadini stranieri, per ‘governare’ entrambe le parti del paese. L’emiro di Tripoli, un tunisino conosciuto come Abu Talha, controlla le operazioni del gruppo in occidente e lo yemenita Abu al-Baraa el-Azdi la parte orientale, e ha sede nella città di Derna, che il gruppo controlla.

Secondo un esperto militare: “Credo che questo sia parte della strategia dello Stato islamico”, spiega. “Stanno cercando di occupare il territorio, intere città e paesi e interi stati. Questa è la loro strategia. Il flusso di combattenti è in linea con questa strategia, al fine di occupare Stati falli, come la Libia, l’Iraq e la Siria. ”




2 pensieri su “Migliaia miliziani islamici verso la Libia”

Lascia un commento