AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Grecia minaccia di ‘requisire beni cittadini tedeschi’

Vox
Condividi!

Il premier greco ha chiesto, ancora una volta, alla Germania le ‘riparazioni’ per l’occupazione durante la seconda guerra mondiale, che ammonterebbero a circa 160 miliardi di euro. Che è la metà dell’enorme debito pubblico greco.

In un discorso al parlamento, Tsipras ha detto che il suo governo ha un “dovere storico verso le persone che hanno combattuto e alle vittime che hanno dato la vita per sconfiggere il nazismo.”

La domanda della Grecia per le riparazioni è incentrata su un prestito di guerra di 476 milioni di Reichsmark che la banca centrale greca è stata costretto a fare ai nazisti. Atene chiede anche indennizzi per la distruzione e la sofferenza causate dall’occupazione.

Vox

Il ministro della Giustizia è andato oltre, minacciando la confisca dei beni tedeschi al fine di compensare i crimini di guerra nazisti.

Nikos Paraskevopoulos ha detto alla televisione greca di essere disposto a sostenere una sentenza della Corte Suprema che porterebbe alla confisca dei beni tedeschi in Grecia. Una scelta che avrebbe ripercussioni enormi, con la fuga di capitali e investimenti dal Paese.

Un portavoce del ministero delle Finanze tedesco ha detto che non ci sarà alcun negoziato sui debiti di guerra.




Un pensiero su “Grecia minaccia di ‘requisire beni cittadini tedeschi’”

I commenti sono chiusi.