Pentito: “Se parlo salta mezzo Parlamento”

Condividi!

“Se parlo ballano le scrivanie di mezzo Parlamento, molti di quelli che stanno adesso ce li hanno messi quelli che allora venivano a pregarmi”, parole di Raffaele Cutolo, il boss detenuto al 41 bis, riportate dal suo legale Aufiero a Repubblica, quindi a serio rischio bufala.

“Mi hanno usato.. da Cirillo a Moro,che a differenza del primo hanno voluto morto… Mi hanno tumulato vivo. Sanno che se parlo cade lo Stato. I politici sono tutti parolai – poi il bacio della morte – l’ultimo che ho stimato è stato Berlusconi. Tortora era innocente, io lo dissi subito”.




Lascia un commento