Per l’Europa Italia non ‘aiuta abbastanza gli zingari’

Condividi!

Per l’Ecri, fantomatica commissione europea contro il razzismo e l’intolleranza, del Consiglio d’Europa, l’Italia deve fare di più per gli zingari. E non gli piacerà, che li abbiamo definiti tali.

Secondo questo ennesimo ente di ladri di stipendio – centinaia di migliaia di euro pagati anche dai contribuenti italiani – l’Italia non garantisce agli zingari tutti i loro diritti. Si, è vero, dal febbraio 2012 l’Italia ha fatto qualche passo avanti, ma il processo che deve portare al pieno rispetto dei diritti degli zingari, dicono “è lento”.

Qui c’è materiale per psichiatri:

Secondo ECRI, le autorità italiane non hanno ancora introdotto “misure per assicurare ai Rom colpiti da ordini di sgombro i diritti garantiti agli altri cittadini. Diritti che dovrebbero prevedere la possibilità di contestare l’ordine di sgombero, di sfratto, davanti a un tribunale, e la possibilità di accedere a un luogo dove poter abitare”.

Contestare l’ordine di sgombero per occupazione abusiva? Queste organizzazioni sovranazionali gestite da zittelle della politica, devono essere eliminate. Sono state create apposta per imporre i diritti di minoranze delinquenziali su quelli della maggioranza normale.




Lascia un commento