Arabia Saudita come ISIS: imminente decapitazione ‘infedele’

Condividi!

HA ‘DANNEGGIATO’ IL CORANO

Un tribunale saudita ha condannato un uomo a morte dopo essere stato giudicato colpevole di aver insultato l’Islam e il suo profeta. Il ragazzo, un ventenne non identificato, è stato anche accusato di avere strappato una copia del Corano, riprendendo l’atto e pubblicandolo sui social network.

“La corte ha condannato l’uomo ad essere decapitato dopo averlo trovato colpevole di queste accuse”, scrivono i giornali locali della città nord-orientale di Hafr Albatin. La corte ha già emesso il verdetto di morte nei confronti del ragazzo, la decapitazione è imminente.




Un pensiero su “Arabia Saudita come ISIS: imminente decapitazione ‘infedele’”

Lascia un commento