Parla di antirazzismo e islamofobia in TV: ora decapita con ISIS

Condividi!

 

L’islamico Michael Skråmo, 29 anni, esperto per la tv svedese di islamofobia – una sorta di boldrini biondo, che abbondano a quelle latitudini – è andato in Siria con moglie e figli a fare il Jiha con ISIS, la brutale organizzazione islamica di tagliagole.

E’ quindi chiaro, cosa per questi antirazzisti sia la ‘islamofobia’: non essere a favore del terrorismo islamico.

In una delle sue ultime apparizioni televisive, aveva ‘avvisato’ gli spettatori della crescente islamofobia e odio che si stava diffondendo in Europa.

Ora si fa chiamara “Abdul Samad al Swedi”, in ‘onore’ al fatto di essere cresciuto a Göteborg. E da bravo antirazzista è impegnato nel genocidio, lo stupro di massa e altri tipi di abusi contro leminoranze non musulmane nella regione.

In un di dibattito sulla tv SVT, che può essere visto su Youtube, aveva attaccato l’immagine che definì ‘falsa’ degli immigrati musulmani come violenti: “Questa paura è basata sull’ignoranza dell’Islam”, disse Michael Skråmo.

Ora decapita con ISIS.




Un pensiero su “Parla di antirazzismo e islamofobia in TV: ora decapita con ISIS”

Lascia un commento