Muore un altro bambino: lo curano per ‘influenza’, aveva meningite (sospetta)

Condividi!

MORTO NELLA CITTA’ DEGLI SBARCHI

 

Daniel Cesanello è morto dopo una odissea durata tutta la giornata iniziata la mattina di venerdì, quando il piccolo si trovava all’asilo nido di Pietretagliate. Qui a un certo punto della mattinata il bimbo viene colto da un grave malessere: l’insegnante chiama i genitori, questi pensano prima di portarlo dal medico di famiglia ma il bimbo inizia a vomitare e preferiscono andare al pronto soccorso del Sant’Antonio Abate.

TRAPANI– Mentre i fanatici della GC continuano a portare africani, in Sicilia muore un altro bambino, stavolta di 23 mesi.
E’ deceduto in un paese vicino Trapani, dopo che per due volte era stato portato in ospedale e non dopo le dimissioni, come era trapelato in un primo momento. Il piccolo nella giornata di venerdì era stato preso dai genitori all’asilo dopo che la maestra li aveva avvertiti che il figlioletto stava molto male. In un primo momento, portato al reparto di pediatria, il piccolo era stato curato con tachipirina per un sospetto virus. Nella tarda serata di venerdì il piccolo è stato colto da convulsioni e riportato in ospedale,  ancora la stessa trafila, prima il pronto soccorso, poi il reparto di pediatria, dove però è morto un paio di ore dopo.

Si sospetta di meningite, magari sbarcata proprio da qualche barcone vomitato a Trapani dai valorosi collaborazioni di Stato.




Lascia un commento