Adottano africano: lui li massacra a martellate

Condividi!
SchobertsWEB_20130403162306_640_480
GLI ADOTTANDI, VITTIME DELLA PROPRIA INGENUITA’

Storia di ordinaria follia integrazionista

Un 15enne nero adottato da una coppia di bianchi ha ammesso, in tribunale, di avere ucciso i suoi genitori adottivi insieme al proprio cugino naturale, massacrandoli a morte con un martello. E’ accaduto a New Franklin, negli Usa.

Jamall Vaughn, che aveva 14 anni al momento delle uccisioni, si è dichiarato colpevole di due accuse di omicidio aggravato, furto aggravato e rapina aggravata negli omicidi di Jeffrey e Margaret Schobert.

Il Giudice Tom Parker dovrebbe condannare Vaughn al carcere a vita senza condizionale per l’accusa di omicidio e fino a 11 anni per ciascuno degli altri reati: con le bestie si deve essere duri, o ti sbranano.

schobert04-03
JAMALL, L’ADOTTATO, CHE HA AGITO SECONDO LA PROPRIA NATURA

Suo cugino, Shawn Ford, 20 anni, è già stato condannato Ford ad ottobre.

Ford aveva pestata figlia degli Schoberts, Chelsea Schobert, il 23 marzo 2013 dopo che questa aveva rifiutato di avere rapporti sessuali con lui durante una festa di compleanno. Chelsea Schobert era in quel momento la ragazza di Ford. Tipica coppia mista.

Chelsea Schobert finì all’ospedale per un mese. Gli Schoberts impedivano da allora a Ford di vedere la loro figlia.
Così, Ford e Vaughn fecero irruzione a casa Schobert il 1° aprile 2013, per punire questo chiaro atto di razzismo. Con un martello colpirono Jeffrey Schobert 14 volte, uccidendolo.
Ford e Vaughn poi giocarono ai videogiochi bevendo alcune bibite mentre aspettavano Margaret Schobert tornasse a casa. Dove la uccisero con 19 martellate.

Una giuria ha trovato Ford colpevole al processo di Ottobre, chiedendo che sia messo a morte. Gli avvocati della difesa di Ford hanno sostenuto che il QI di Ford è troppo basso perché venga giustiziato. E’ il QI tipico di un africano, tra 62 e 80. Il QI medio italiano è, per avere un termine di paragone, 102/104. Il giudice Parker ha ordinato ulteriori valutazioni, che sono ancora in corso.

vaughn16web
FORD, IL CUGINO INTELLIGENTE DELL’ADOTTATO



Un pensiero su “Adottano africano: lui li massacra a martellate”

Lascia un commento