Scuola toglie carne maiale: “Troppo costoso controllare che islamici non la mangino”

Condividi!

La carne di maiale è stata tolta dal menu di alcune scuole elementari in un sobborgo di Londra, perché ‘costa troppo monitorare che i bambini non autorizzati a mangiare non lo mangino’. Se ne sentono di tutti i colori.

Il consiglio di Islington, zona ad alta densità di immigrati, ha stabilito che è troppo costoso controllare se gli alunni delle sue scuole primarie possono mangiare salsicce, pancetta e braciole di maiale a causa delle loro convinzioni religiose.

Rappresenta, dicono, un “costo inutile in un momento di ristrettezze di bilancio”. Perché non farlo pagare a loro?

La decisione ha suscitato critiche da parte di genitori e commercianti locali, Chris Godfrey, proprietario dei macelli Godfrey ad Highbury Park, ha detto che è “disgustoso” che le esigenze di alcuni bambini vengano messe davanti a quelle della maggioranza: “Penso che sia disgustoso che non ci sia carne di maiale nel menù. Ci sono così tante religioni in questo paese e se ascolti tutti loro allora non si dovrebbe mangiare nulla”. E’ esattamente il motivo per il quale le società multietnica sono ingestibili e frammentate: c’è totale divergenza di interessi, che rende impossibile il funzionamento della società.

“Stiamo assecondando le altre religioni troppo – i bambini che non mangiano carne di maiale dovrebbe prendersi il pranzo al sacco. Non spetta a noi assecondare le loro esigenze. ”
Ha aggiunto: “Pensavo fossero loro, a doversi integrare nella nostra società…”.

Il problema, è che la popolazione islamica in GB è raddoppiata in un decennio: una invasione, come in Italia.




Lascia un commento