Ci siamo: Renzi depenalizza 157 reati

Condividi!

Via libera alla Camera al decreto legislativo sulla – per chi ha la scorta – ‘tenuità del fatto’. La famigerata commissione Giustizia ha infatti approvato, poco fa, il parere favorevole messo a punto dal relatore, David Ermini.

Il decreto, nell’ambito dei reati con pena massima fino a 5 anni o esclusivamente pecuniaria, consente di non punire i comportamenti considerati ‘occasionali (se stupro una volta…) e di scarsa gravità’. Lasciando una libertà di manovra vergognosa ai giudici, che conosciamo per il loro lassismo, quando si tratta di ‘certi delinquenti’ e di ‘certi reati‘.

“Una sanatoria sui processi per 157 reati: il più grande scandalo della storia giudiziaria di questo paese. I pirati della strada ringraziano questo governo per l’ennesimo favore fatto loro. Da domani potranno godere della completa impunità. Ancora una volta questo governo dà uno schiaffo alle vittime e tutela i criminali”. Lo ha affermato il deputato leghista Marco Rondini.

Rondini punta il dito in particolare contro la possibile depenalizzazione dell’omicidio colposo e dell’omissione di soccorso. “Sono i due reati – ha sottolineato- solitamente contestati ai pirati della strada”. “Il governo mostra così tutta la sua schizofrenia: mentre promette di introdurre la nuova fattispecie dell’omicidio stradale, ‘grazia’ gli automobilisti che uccidono alla guida, magari sotto l’effetto di alcol o stupefacenti.L’ennesimo favore ai criminali, l’ennesimo tradimento a danno delle vittime”.

Ovviamente, restano punibili gli psicoreati. Gli unici pericolosi per il Sistema.




Lascia un commento