“Profughi” bloccano strada con legna e sassi: dateci tutti i documenti

Condividi!

Si torna a parlare del centro di accoglienza dell’Isola di Capo Rizzuto, provincia di Crotone

Dopo le proteste sul bus gratuito, questa volta i ‘migranti’ hanno bloccato un’importante strada, la statale 106, in entrambe le direzioni di marcia. La protesta, avvenuta nella mattinata di Lunedì, ha causato il blocco della circolazione per un’ora, a causa dei sassi e della legna che i sedicenti rifugiati, circa una cinquantina, hanno gettato sull’arteria stradale.

Questa volta il problema è che sono stanchi di ‘aspettare’, e vogliono il permesso per ‘richiedenti asilo’….ovvero sono dei semplici clandestini che non ne hanno diritto, ma staranno ancora aspettando per via dei soliti avvocati ed associazioni ad hoc, pronti a rigettare i vari rifiuti, portano la permanenza di questi soggetti a tempi incalcolabili. Un po’ come accaduto per Kabobo.

Come indicato dal poco implicito cartello, oltre al permesso e alla carta d’identità, gradirebbero avere subito anche il passaporto…Se serve anche l’indirizzo di un bordello, ce ne è uno a piazza ‘Monte Citorio’.




Lascia un commento