Queste ‘esecuzioni’ le abbiamo pagate noi: soldati freddati da Al Nusra – VIDEO

Condividi!

I due uomini vengono uccisi da Al Nusra, l’organizzazione islamica alla quale il governo italiano ha pagato un riscatto di 10 milioni di euro – ci denunci, il governo, così deve mostrare le carte in tribunale – in cambio delle due italiane ‘rapite’.

In questo video, due soldati libanesi catturati vengono mostrati nel mezzo della notte, in ginocchio, a terra. Un soldato, terrorizzato, fa un appello per la propria vita.
Poi, il soldato viene ucciso davanti al suo amico con un colpo di pistola in testa. Poi, tocca ad un altro soldato, ripreso nel secondo video.

PLAY

PLAY

Le pallottole di questi due omicidi a sangue freddo sono state gentilmente offerte dal governo italiano.

E oggi, i corpi decapitati di tre uomini sono stati trovati in un villaggio nel nord del Sinai, in Egitto, dove è attivo il gruppo jihadista Ansar Beit Al Maqdis alleato dell’Isis.

Il gruppo dei ‘Partigiani di Gerusalemme’ è basato nella penisola e di recente si è ribattezzato ‘Stato del Sinai’ nel quadro dell’alleanza con l’Isis.

Il sito Youm7 ha contato 19 decapitazioni compiute dagli Ansar tra il 2013 e quest’anno, nove delle quali eseguite nel 2014 e otto solo questo mese.




Lascia un commento