Ha rapporti sessuali con un pony: “Perché gay possono e io no?”

Condividi!

Un deviato sessuale – ma vedrete che presto spunterà anche un’ArciPony in difesa degli zoofili con questi ‘gusti’ particolari  – ha avuto ‘rapporti sessuali’ con un pony Shetland chiamato Sky. Non chiedeteci come ha fatto.

Alan Barnfield, 44 anni, è stato trovato ‘copiosamente sudato e con addosso un forte odore di cavallo’ da agenti di polizia chiamati a Oak Tree Stables, nel villaggio di Loversall, Doncaster, da alcuni residenti che avevano visto Barfield rubare due pony. E’ accaduto nell’Agosto del 2012, e oggi si è tenuta la prima parte del processo.

Il Procuratore Louise Reevell ha detto: “E’ in quel momento che il ‘rapporto’ ha avuto luogo fuori dalla vista in una zona boscosa buia alla fine della strada.”

Quando la polizia ha perquisito lo zaino di Barfield alla ricerca di oggetti, ha trovato diverse confezioni di deodorante, un lungo cavo elettrico bianco, uno spruzzatore d’acqua portatile, un panno, una catena da cane in metallo e due bottiglie di una bibita energetica.

Barfield, di Hexthorpe Lane, Hexthorpe, Doncaster, disse che era ‘appena uscito a piedi’ e negò rapporti sessuali con i due animali.

Ma le visite di un veterinario hanno confermato. L’uomo aveva anche immagini di ‘sesso zoofilo’ sul suo telefono cellulare. Una volta scoperto, si è difeso, secondo testimoni, dicendo che si stanno ‘violando i suoi diritti individuali’: “Perché i gay possono, e noi con gli animali no?”, ha detto.

Il processo continua. Non è la prima volta che i ‘cultori’ dei ‘rapporti sessuali con gli animali’, come del resto fanno i pedofili e i poligami, chiedono di essere equiparati agli omosessuali. Quando apri il vaso di Pandora, non puoi decidere cosa può uscire e cosa no. Qual è, del resto, la discriminante? Dopo il transessualismo, il transumanesimo.




Un pensiero su “Ha rapporti sessuali con un pony: “Perché gay possono e io no?””

Lascia un commento