Ex Primavera africano del Milan arrestato per stupro

Condividi!

Yusupha Yaffa (a sinistra) in un derby Allievi del 2013. IPP

Il calciatore gambiano ed ex della Primavera del Milan Yusupha Yaffa, 18 anni compiuti il 31 dicembre scorso, perché importano africani anche nei settori giovanili, è stato arrestato per stupro.

Yaffa, nato in Gambia, dopo essere stato trafficato in Italia dal Milan, in estate è stato svincolato, ora gioca nell’Eintracht. Sabato sera è andato a far visita al compagno di squadra Carlos Zambrano che gli voleva presentare un’amica. In casa c’era anche un terzo calciatore: Lucas Piazon. Il giovane brasiliano di proprietà del Chelsea si è però allontanato in piena notte dall’appartamento insieme a Zambrano: Yaffa e la ragazza sono rimasti soli. Dopo poco, la polizia ha ricevuto la telefonata della ragazza in lacrime: “Sono stata violentata, correte”. E’ stata accompagnata in ospedale, l’africano arrestato.

Sono anche questi ‘lavori che gli europei non vogliono fare’. Anche le società di calcio ci riempiono di africani low-cost da commerciare.

C’è un bell’articolo del Telegraph su questo business, che interessa procuratori senza scrupoli e società: tutto a spese del tessuto sociale europeo che si ritrova a dover mantenere ex promesse fallite che non ritornano più a casa:

The dark side of football transfers

 




Lascia un commento