Consigliere PD fa 4.000 € di telefonate a spese contribuenti

Condividi!

Il consigliere comunale riminese del PD, tal Samuele Zerbini, era stato dotato di telefono cellulare con bolletta a carico dei contribuenti, in qualità di presidente della Commissione Bilancio. Risultato: 4 mila euro di bolletta in un anno. Chi avrà mai chiamato, il ‘buon’ Zerbini?

Il periodo incriminato è tra il 2008 e il 2009 e, le chiamate, sarebbero state fatte nella maggior parte a ‘utenze estere’ per motivi cosiddetti ‘privati’.

Tutto ebbe inizio dalla segnalazione su un contributo illecito di 25mila euro che un’azienda di marketing dello stesso Zerbini aveva ottenuto dal Comune. Gli inquirenti, indagando, hanno scoperto che Zerbini col cellulare del comune aveva fatto telefonate per 4mila euro iscrivendo il politico nel registro degli indagati: ora è accusato, invero con qualche anno di ritardo, di peculato.




Un pensiero su “Consigliere PD fa 4.000 € di telefonate a spese contribuenti”

Lascia un commento