Ius Soli: ci toccherà pagare il riscatto anche per una tunisina?

Condividi!

L’ultima boutade dei media di distrazione di massa è quella di definire ‘italiana’, tal Sonia K., diciotto anni, tunisina con cittadinanza a causa della parte di IUS SOLI inserito nell’attuale legge sulla Cittadinanza nel 1992 dai socialisti.

Ne avevamo già parlato:

 

La giovane potrebbe essere partita per la Siria assieme al fidanzato, un 25enne tunisino. Ci siamo liberati di due piccioni con una fava, o di due fave con un piccione: decidete voi.

Secondo quanto riportato dal quotidiano “La Repubblica”, Sonia sparisce da casa ad agosto 2014. Il padre, un operaio tunisino, si reca infatti dai carabinieri per denunciare la scomparsa della figlia: “Non so più dove sia, aiutatemi”.

L’allora 17enne Sonia da alcuni mesi era tornata a vivere in Tunisia con la madre, forse per le precarie condizioni economiche in cui la famiglia versava in Italia.  Una tunisina che sparisce dalla Tunisia: che cavolo c’entriamo noi? C’entriamo a causa di quella parte di Ius Soli. Altro che Ius Soli: è urgente tornare allo Ius Sanguinis integrale.

Insomma, non è che ci toccherà pagare il riscatto anche per una tunisina camuffata da italiana? Sarebbe veramente troppo.




Un pensiero su “Ius Soli: ci toccherà pagare il riscatto anche per una tunisina?”

Lascia un commento