Sfiducia: Germania accelera rimpatrio riserve auree

Condividi!

Francoforte – La banca centrale tedesca, Bundesbank, riferisce di avere intensificato il rimpatrio delle sue riserve auree da oltreoceano.

“La Bundesbank ha continuato con successo e ulteriormente intensificato i suoi trasferimenti di oro”, ha detto la banca centrale in un comunicato.

“Nel 2014, 120 tonnellate di oro sono state trasferite a Francoforte dall’estero: 35 tonnellate da Parigi e 85 tonnellate da New York”

Le riserve auree della Germania sono le seconde al mondo dopo quelle degli Stati Uniti e di poco superiori a quelle dell’Italia, che è terza al mondo.

Per decenni, l’oro della Bundesbank è stato mantenuto da altre banche centrali – a Parigi, Londra e New York. In ostaggio, dopo la seconda guerra mondiale.

Secondo i dati della banca centrale tedesca, 1.447 tonnellate sono conservate presso la Federal Reserve Bank di New York, 438 tonnellate presso la Banca d’Inghilterra a Londra e 307 tonnellate alla Banque de France a Parigi.

Secondo il nuovo piano di stoccaggio, la Bundesbank ha deciso di riportare 674 tonnellate dall’estero entro il 2020, la metà.

“L’attuazione del nostro nuovo piano di sta procedendo senza intoppi. Le operazioni sono in esecuzione secondo il programma”, ha detto Bundesbank.

Non si fidano, controlli a campione sui lingotti rimpatriati: “Abbiamo chiesto alla Banca dei Regolamenti Internazionali i controlli a campione che dovevano essere eseguiti. Non ci sono state irregolarità”, ha detto.

Dal momento che i trasferimenti sono iniziati nel 2013, la Bundesbank ha detto che ha trasferito un totale di 157 tonnellate di oro a Francoforte – 67 tonnellate da Parigi e 90 tonnellate da New York.




Lascia un commento