Islamici ossessionati dal sesso con ‘maiali, cani e asini’: i dati di Google

Condividi!

Magari non lo mangiano perché non è ‘halal’, ma una ‘bottarella’ gliela darebbero volentieri. Parliamo della strana relazione tra gli islamici e i maiali.

Infatti, il Pakistan è, secondo i dati diffusi da Google, in cima alla lista per la ricerca di video porno con animali. Le ricerche includono maiali, asini, cani, gatti e serpenti, secondo i dati di Google.

I dati hanno anche mostrato che sei dei primi otto Paesi in testa in questo tipo di ricerca sono Stati musulmani, con l’Egitto al secondo posto nella lista seguito da Iran, Marocco, Arabia Saudita e Turchia ai numeri quattro, cinque, sette e otto, rispettivamente.




Lascia un commento