‘Immigrati stavano per sequestrare scuolabus e decapitare bambini’

Condividi!

SONO TRA NOI…

Mentre continua in tutto il Belgio lo stato di “grave allerta”, il gruppo di immigrati islamici arrestati ieri al termine del
cruento scontro a fuoco (con due vittime fra i terroristi), stava preparando il rapimento e la decapitazione di un
“importante personaggio”.

Volevano anche sequestrare un bus, uno scuolabus secondo quando riferiscono alcune fonti: per poi fare una strage. E come riporta l’emittente belga Rtl, il gruppo dei terroristi era di origine cecena.

In Germania, la polizia di Berlino ha arrestato due immigrati che stavano reclutando combattenti, acquistando attrezzature e raccogliendo fondi per l’Isis in Siria. Il leader del gruppo, identificato solo come Ismet D. (41 anni), è accusato di
reclutamento, soprattutto di turchi e russi (caucasici).

Intanto, in Francia, un complice di Amedy Coulibaly è stato fermato insieme ad altri 11 immigrati nelle banlieue parigine.
Si tratta della persona che gli avrebbe fornito “il più rilevante supporto logistico” e in particolare l’auto su cui
viaggiava prima della sparatoria a Montrouge. Oltre al cosiddetto “quarto uomo”, tra i fermati ci sarebbe anche un’altro immigrato sospettata di aver dato aiuto al killer in altro modo.

Nel frattempo, questa mattina, diversi siti di media francesi sono fuori uso per un attacco informatico degli hacker islamici.
La radio France Inter,il sito di informazione Mediapart, il sito 20minutes e anche Le Parisien, fra gli altri, sono stati irraggiungibili per diverso tempo.




Lascia un commento