Pd mette le donne nel recinto per non turbare islamici – FOTO

Condividi!

Sessismo politicamente corretto, perché fatto da “diversamente bianchi”

In questi giorni la ‘umma’ ( la comunità islamica) festeggia il cosiddetto “Natale di Maometto”. Direte voi:” che ci frega?”. Ci frega perché, per ‘gran fortuna’, per via del riversamento in Europa del terzo mondo, abbiamo anche nel nostro paese una crescente presenza islamica. E una crescente voglia di certuni dementi di concedere spazio.

Così, ecco che dal modenese piddino non ci si è pensato un attimo a dare in ‘prestito’ il circolo Graziosi di via Sigonio, a Carpi, per la suddetta evenienza.

I musulmani vi hanno organizzato un convegno, e qui abbiamo una foto dell’evento:

recinto

Le donne, come si può constatare, sono state ‘gentilmente’ confinate all’angolo della stanza, dietro recinto.

Ecco il ‘vero Islam’ di cui parla Boldrini, tra un hijab e l’altro.
E questo non è più di un particolare che mette in risalto la “discutibile” visione delle donne, presente nelle società islamiche.
L’aspetto più assurdo è che non ci si ponga il problema di importare questa visione, anzi.

E’ la confusione che alimenta l’ideologia immigrazionista: si vuole che i musulmani vivano come stessero a casa loro, pensando così che i precetti della Costituzione cui (a parole) tanto ci si tiene, non vengano calpestati; poi escono fuori le stragi oppure i vari musulmani: che non vogliono essere curati da una donna, che non vogliono essere premiati da una donna, eccetera eccetera. Senza contare ( se la dobbiamo ricordare proprio tutta) che più “si va avanti”, e più si sostiene che anche cambiare direttamente le leggi per far felici gli immigrati, sia segno di “progresso” ( si guardi all’Inghilterra).

E non è meno assurdo, che poi ci si affanni per andare a portare la parità dei sessi in giro per il mondo, mentre ci si entusiasma nell’impiantare culture non paritarie in casa propria. E’ un atteggiamento schizofrenico.




Lascia un commento