Fatwa contro i pupazzi di neve: non sono ‘halal’

Condividi!

Quando credi di averle sentite tutte riguardo i musulmani, ecco che ne spunta un’altra.

Quest’anno le basse pressioni sono arrivate fino a lambire i deserti medio-orientali, portando nevicate anche in paesi come l’Arabia saudita; nevicate e… pupazzi. E qui inizia il ‘bello’.

“Ricordano la sagoma umana, ma non sono esseri umani; dunque sono idoli e costruirli significa peccare”

Ad ammnonire subito i ‘fedeli’ su ciò, è Sheikh Mohammed Saleh al-Munajjid, un’importante autorità religiosa nel Nord dell’Arabia Saudita, dove si è particolarmente abbattua la tempesta Huda.

Sono idoli, e quindi non vanno bene, anche se apparentemente “finalizzati solo a giocare e divertirsi”.

Rifacendosi a precedenti ‘constatazioni’ di dotti studiosi delle cosiddette “scienze islamiche”, Sheikh Mohammed Saleh al-Munajjid aggiunge dunque che “ad essere permessa è la costruzione, con la neve o altri materiali di qualsiasi cosa che non abbia un’anima: alberi, navi, frutta, edifici, quant’altro ma non esseri umani”.

Questo significa che gli arabi non potranno fare pupazzi di neve, per non essere cattivi islamici?
Non “esageriamo”, non è necessario; perché, come spiega l’autorità, c’è un modo per far andare pupazzi e Islam d’accordo:
“L importante per non peccare, è costruire un pupazzo di neve, e poi privarlo della testa o della faccia”.

E noi già ci immaginiamo orde di islamici che vanno ad assaltare distese di pupazzi di neve, a colpi d’ascia.
Del resto, questa doveva essere l’unica ‘cosa con una testa’, che non avevano ancora decapitato.




Lascia un commento