Banca Centrale Svizzera ‘libera’ il Franco

Condividi!

La Banca centrale Svizzera toglie il tetto fissato a 1,2 per il cambio franco/euro. Il rapporto fra le valute è così sceso ai minimi dal settembre 2011, fino a 1,0800. Il tetto era stato fissato per contrastare l’apprezzamento della moneta svizzera, causato dalla corsa degli investitori verso beni rifugio come il franco.

La mossa ha scioccato il mercato valutario, le borse europee hanno perso i rialzi registrati in apertura e sono entrate in territorio negativo: a Milano l’Ftse Mib cede lo 0,5%, mentre la Borsa di Zurigo perde il 7%. Le borse hanno poi recuperato sulla scia delle nuove promesse dello spacciatore di Francoforte.

Commentando la decisione, Holger Sandte, Chief European Analyst di Nordea spiega che la Snb sta “reagendo ai commenti che sono arrivati dalla Bce sull’acquisto dei titoli di Stato sovrani”. Mossa disperata per togliere l’Eurozona dalle secche della deflazione. L’esperto non esclude comunque la possibilita’ che “la Snb introduca un nuovo tetto ad un certo punto in futuro”.




Lascia un commento