“Papa a morte, stop libertà espressione o bagno di sangue”

Condividi!

In un video pubblicato su YouTube il religioso musulmano Anjem Choudary informa che chiunque insulti l’Islam o il profeta Maometto deve subire la pena capitale.

E annuncia che anche il Papa, quello emerito, Benedetto XVI, è ‘condannato a morte’ e che “solo se il Papa dovesse abbracciare l’Islam, ha aggiunto, tutto sarebbe perdonato”.

Choudary si riferisce alle parole di BXVI del 2006, una dichiarazione che fece infuriare i fanatici musulmani e spinse alle scuse il Vaticano. Bergoglio non corre rischi.

Choudary ha anche avvertito, durante un’intervista con Ben Shapiro, che “ci sarà un bagno di sangue se i paesi occidentali non soffocheranno la libertà di parola, al fine di placare la sensibilità musulmana”.

Quanto al nuovo numero di Charlie Hebdo con Maometto in lacrime è “un atto di guerra”. Ha detto il predicatore.

“Non è solo una vignetta: insulta, ridicolizza e provoca”, ha proseguito, affermando che questa iniziativa di fronte a una corte della Sharia verrebbe condannata con la pena capitale.
“Sono sicuro – ha concluso – che ci sarà qualcuno da qualche parte che si farà giustizia con le proprie mani, è inevitabile”.




2 pensieri su ““Papa a morte, stop libertà espressione o bagno di sangue””

Lascia un commento