Norman Atlantic aveva ‘sei difetti’ secondo ispezione

Vox
Condividi!

Inorman atlantic

l traghetto italiano in fiamme Norman Atlantic aveva presentato sei problemi, durante l’ispezione compiuta pochi giorni fa, lo scorso 19 dicembre, dall’organizzazione internazionale ‘Paris Mou’.

E’ quanto si legge sul sito dello stesso organismo.
Non era però stato ritenuto necessario il fermo della nave.

Vox

Il principale problems riguardava le porte taglia fuoco che risultano sulla scheda dell’ispezione come “malfunzionanti”.

Il trghetto è di proprietà di Visemar di Navigazione, la nave è stata prima noleggiata alla società T-Link, quindi a Siremar, poi a Gnv e a Moby, quindi a LD Lines e più di recente a Caronte and Tourist. Lungo 186 metri, il Norman Atlantic, con una stazza lorda di 26.904 tonnellate e una stazza netta di 7800 tonnellate, ha una capacità di 492 passeggeri e può contenere 195 autovetture nel suo garage.

I controlli a cui era stata sottoposta
la Norman Atlantic “hanno confermato lo
stato di piena funzionalità” del tra-
ghetto. Lo afferma Carlo Visentini, ar-
matore del traghetto in fiamme. “Nel
corso dei controlli era stato riscon-
trato un lieve malfunzionamento” di una
delle porte tagliafuoco, che però era
stato “immediatamente eliminato”.

L’ultimo controllo il 19 dicembre 2014
nel porto di Patrasso,spiega l’Ad della
Visentini Group, la porta tagliafuoco
malfunzionante era la numero 112, sul
ponte numero 5,immediatamente riparata.