‘Papa’ anglicano rinuncia Messa Natale: voci di Ebola…

Condividi!

La scorsa settimana, l'arcivescovo ha visitato Welby un centro-chiesa familiare in Tintafor Sierra Leone per i bambini affetti da Ebola dove ha cantato con alcuni dei bambini prima di consegnare un sermone nella capitale Freetown

L’Arcivescovo di Canterbury Justin Welby – che per rendere l’idea potremmo definire il ‘papa’ degli anglicani –  è stato costretto a rinunciare alla Messa di Natale perché ufficialmente affetto da un ‘forte raffreddore e influenza’. Tesi subito parsa bizzarra ai media inglesi, vista l’importanza della cerimonia.

Si è subito diffusa la possibilità che Welby abbia contratto Ebola.
Il religioso ha trascorse alcune ore la settimana scorsa in Sierra Leone, dove ha visitato i bambini affetti da Ebola e pronunciato un discorso nella capitale Freetown.
La Sierra Leone ha finora segnalato più di 9.000 casi di malattia altamente contagiosa con più di 2.600 persone morte.

Lambeth Palace ha affermato che Welby è stato completamente controllato al suo ritorno in Inghilterra ed è affetto solo da un ‘forte stato influenzale’.




Lascia un commento