Occhio per occhio: agente uccide nero che lo minacciava con pistola, disordini razziali – VIDEO

Condividi!

AP Photo

Nuove entusiasmanti notizie dall’armoniosa società multietnica americana, la polizia, dopo il massacro di due poliziotti, ha ucciso un delinquente nero in un sobborgo di St Louis, vicino a dove venne eliminato un altro criminale, Michael Brown, nel mese di agosto.

La scena della sparatoria è un distributore di benzina. Sono in corso disordini, con africani che stanno assalendo i poliziotti.

Il

Il quotidiano St Louis Post-Dispatch ha riferito che circa 60 neri appartenenti a bande locali si sono radunati sulla scena e che almeno tre sono stati arrestati. Immagini e filmati mostrano i disordini.

L’agente ha reagito al nero che aveva puntato contro di lui la pistola mentre un altro uomo si stava avvicinando minaccioso.

“Temendo per la sua vita – dice la polizia – ha sparato diversi colpi, colpendo il soggetto, ferendolo mortalmente,” ha detto il portavoce del St. Louis County Dipartimento di Polizia Brian Schellman in un comunicato. Il secondo uomo è fuggito dalla scena.

Occhio per occhio.

Due tra le società occidentali più multietniche, Francia e Usa, che hanno tra l’altro affrontato il problema con due approcci opposti, stanno mostrando in questi giorni il fallimento dell’esperimento: negli Usa, dopo secoli, gli africani continuano a comportarsi come africani; in Francia, alla quarta generazione di immigrati, questi si scagliano con auto e coltelli sulla folla di ‘infedeli’. E noi, che saremmo in tempo, facciamo di tutto per ‘raggiungerli’ nelle loro follia a botte di mille clandestini al giorno.

Tagliare la testa al governo.




Lascia un commento