Tor Sapienza torna in piazza contro i ‘mafiosi dell’accoglienza”

Condividi!

Tor Sapienza è tornata piazza, contro la ridicola tesi costruita ad arte e diffusa dai media di distrazione di massa su mandato di alcune cooperative. E’ successo attorno alle 17, per rispondere alle deliranti accuse di essere “strumenti nelle mani di personaggi legati ad organizzazioni mafiose”.

La tesi, non si sa se definirla più demenziale o criminale, era che centinaia di residenti si sarebbero mossi per fare un favore a Buzzi. E chi ha dato origine alla delirante tesi? I responsabili del centro Il Sorriso, che vorrebbero tanto riavere i minorenni che rendono loro migliaia di euro al giorno. Faida tra cooperative.

“Ribadisco che le nostre proteste non sono stati fomentate dalla mafia, erano del tutto apolitiche”, spiega Roberto Torre, vicepresidente della rappresentanza di quartiere. La manifestazione spontanea si è snodata tra via Morandi e via Cremona, fino ad arrivare sulla Palmiro Togliatti, intorno al teatro Tendastrisce.

I cittadini sono in mezzo ad una faida tra cooperative: quelle di Buzzi e quelle di altri personaggi.




Lascia un commento