Magistrato restituisce refurtiva ai Rom

Condividi!

Il rame – cinque quintali – che gli zingari trattano inquinando l’aria di interi quartieri, era stato sequestrato insieme ad altro materiale rubato, durante un controllo dei carabinieri di Vicenza e della polizia locale in un accampamento di ‘nomadi’ di Torri di Quartesolo. Il magistrato di turno del tribunale del riesame, su richiesta del solito avvocato degli zingari, ha deciso di restituirlo ai ladri, in quanto non è stato possibile identificare da dove fosse stato prelevato.




Un pensiero su “Magistrato restituisce refurtiva ai Rom”

Lascia un commento