Ragazza incinta aggredita da immigrati, Bitonci: “Rimani a Padova, la risanerò”

Condividi!

PADOVA – Il sindaco Bitonci ha telefonato alla donna incinta vittima con il marito dell’aggressione da parte di alcuni immigrati.

«Un gesto gentile e carino»,  l’ha definito la ragazza di 30 anni, al quinto mese di gravidanza.

«Voleva sapere come stavamo io e il bambino e sottolineare che farà il possibile per garantire sempre di più la sicurezza. Che sicuramente la situazione non è facile ma che da parte sua il massimo impegno c’è».

La donna lunedì poco dopo l’aggressione aveva mandato una mail a Bitonci: «Ho esposto al sindaco la nostra volontà di trasferirci, soprattutto per tutelare il nascituro. Lui mi ha detto che è comprensibile ma che forse non è la decisione giusta perché crede davvero che la situazione possa migliorare attraverso il controllo capillare della zona è accurate verifiche sugli esercizi commerciali».

E’ difficile risanare una città dopo un decennio di totale abbandono e in piene era Mare Nostrum. Sarà molto dura.




Lascia un commento