Torino: Comune affida a spacciatori africani il controllo anti-spaccio!

Condividi!

E LORO UTILIZZANO IL GAZEBO ANTI-SPACCIO PER SPACCIARE

Torino – Si prepara una nuova manifestazione di quartiere dopo quella contro i rom a Mirafiori, contro gli occupanti delle palazzine olimpiche, dove si è appena registrato un drammatico accoltellamento .

Il consigliere comunale Maurizio Marrone, Fdi,  si scaglia contro l’accordo tra Comune e spacciatori: “l’ho appurato con un accesso agli atti, spiega. Il gazebo del sedicente presidio anti-spaccio organizzato dagli immigrati occupanti è già stato smobilitato, e dalle stesse Forze dell’Ordine per giunta”. Perché ci spacciavano.

“E intanto alle palazzine olimpiche il sangue scorre di nuovo – aggiunge riferendosi alla lite tra occupanti nella quale poche ore fa due ghanesi hanno ferito al volto con un coltello un ivoriano, che è stato soccorso e ricoverato al Cto – : non accetteremo altre frottole dall’Amministrazione Comunale di Fassino per coprire la verità sulla situazione reale dell’ex Moi, fatta di violenza, accoltellamenti continui, spaccio di droga e degrado”, attacca Marrone, che rilancia “O si affronta seriamente il problema degrado al Moi con un serio e certificato censimento degli occupanti, per stabilire una volta per tutte quanti e quali siano i veri profughi, i semplici clandestini o addirittura i gangster africani, oppure il quartiere indignato è pronto alla mobilitazione: sarò certamente al fianco del Comitato “Lingotto è Italia” che sta promuovendo una marcia di protesta per il pomeriggio di sabato prossimo”, annuncia Marrone.

Solo il Pd poteva dare agli spacciatori il controllo contro lo spaccio. Del resto, gli hanno regalato intere palazzine costruite per le Olimpiadi…




Un pensiero su “Torino: Comune affida a spacciatori africani il controllo anti-spaccio!”

Lascia un commento