Militare americano ai domiciliari per stupro esce e pesta tre donne

Condividi!

VICENZA – Nuove meraviglie dagli occupanti della base americana di Vicenza. Il militare americano Jerelle Lamarcus Gray, ai domiciliari in una base con piscina e campi da tennis per aver picchiato e seviziato con un altro militare americano una ragazza incinta, è fuggito ieri dai domiciliari e ha picchiato tre prostitute con le quali si era recato in un residence sulla statale 11. Ha il vizio.

Una volta sul posto i poliziotti hanno trovato un gruppo di prostitute che hanno raccontato di essere state aggredite e picchiate da un negro, che gli stessi agenti hanno trovato a pochi passi di distanza.

Il soldato Usa era già stato indagato per aver violentato una ragazza di 17 anni vicentina all’esterno di una discoteca nel gennaio del 2014. Ma grazie ai nostri politici – e anche ad una popolazione imbelle – ha potuto rimanere libero di stuprare ancora..e ancora.

Sul posto dell’aggressione, poco dopo l’intervento della polizia, sono arrivati anche i carabinieri della Setaf cui spetta il controllo della base americana.

I militari dell’Arma aveva scopeto poco prima che Gray era fuggito dai suoi alloggi, lasciando un fantoccio fatto di abiti infilato sotto le coperte. A quel punto si erano messi a cercare l’evaso assieme a personale della Military Police.

Ora Gray, che era stato interrogato la scorsa settimana nell’ambito del precedente procedimento, è stato arrestato per evasione e denunciato per lesioni. Il pubblico ministero Cristina Gava ne ha chiesto la convalida e la custodia in carcere. Si, come no.




Lascia un commento