Autista indiano di UBER stupra passeggera

Condividi!

Un autista indiano del noto servizio Uber, ieri notte ha violentato una giovane di 27 anni mentre rientrava a casa, minacciandola poi, se avesse denunciato il fatto, di “infilarle una sbarra di ferro nella pancia”. La vittima dopo una serata con amici aveva preso il taxi e si è addormentata, per svegliarsi però di colpo e scoprire che l’auto era stata parcheggiata in un luogo isolato mentre l’uomo l’aggrediva per poi violentarla.

Lo stupro è avvenuto in India, a Nuova Dehli.
Metti insieme alcuni ingredienti: indiano, UBER e ottieni un risultato prevedibile. Presto in Italia.




Lascia un commento