No Renzi, lascia stare i malati di tumore

Condividi!

 

 

“Caro Renzi, i tagli uccideranno la speranza dei malati di tumore”. Un appello disperato quello lanciato da diverse personalità della scienza per salvare il Cnao, centro nazionale di androterapia oncologica, che con le sue cure avanzate ha salvato la vita di migliaia di pazienti“. Primo firmatario è Piero Angela, ma l’elenco è lungo.

L’obiettivo dell’appello è salvare il Cnao di Pavia, il centro nazionale di adroterapia oncologica.

Il centro è l’unico, in Italia, a curare i pazienti con la tecnologia ‘protoni e ioni di carbonio’, trattamento per i tumori che non sono operabili e resistono alla radioterapia tradizionale a raggi X.

Oggi il Cnao, a causa dei tagli ai finanziamenti, si trova in grande difficoltà e rischia di chiudere con grave danno per le diverse migliaia di pazienti oncologici che ogni anno in Italia avrebbero bisogno di un trattamento di adroterapia. Ciò non può lasciare indifferenti i cittadini e le autorità, soprattutto il ministero della Salute e la Regione Lombardia che hanno investito risorse per la creazione di questo centro
Il problema sta nel fatto che negli ultimi anni non sono arrivati i finanziamenti necessari e questa adesso mette in pericolo le attività di cura e ricerca. Il Cnao è uno dei quattro centri nel mondo – gli altri sono in Germania, Giappone e Cina – che offre terapie così avanzate per combattere il cancro. Ecco perché l’appello degli scienziati si rivolge alle alte cariche dello Stato:
Ci rivolgiamo al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al presidente del Consiglio Matteo Renzi, al ministro della Salute Beatrice Lorenzin e al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni affinché si adoperino per risolvere rapidamente il problema

Napolitano dovrà chiedere prima all’Europa, Renzi è impegnato a chattare e scattare selfie, la Lorenzin non sa leggere. Sperate che Maroni abbia soldi.

Intanto, si può sostenere privatamente:  http://www.cnao.it/index.php/it/sostienici.html




Lascia un commento