Bitonci vuole ripulire Padova: è caccia ad occupazioni abusive, appello ai cittadini

Condividi!

“SEGNALATECI OCCUPAZIONI E DEGRADO, FACCIAMOLI SENTIRE IL FIATO SUL COLLO”

Nei giorni scorsi, Bitonci ha inviato l’assessore Maurizio Saia, con alcuni agenti di Polizia Locale, nell’area di via Gramsci e presso la villetta sita al civico 8, oggetto di ripetute occupazioni abusive da parte di immigrati durante la precedente amministrazione.

Nell’occasione, ha incontrato alcuni residenti e raccolto informazioni su quanto accade nella zona. “Esiste un piano di recupero dell’area di via Gramsci, che riguarda anche i capannoni abbandonati, utilizzati abusivamente come alloggio da extracomunitari di origine magrebina. La crisi immobiliare non aiuta, ma – precisa Maurizio Saia, assessore alla sicurezza – sarà comunque possibile procedere, da parte di proprietari, all’abbattimento dei vecchi edifici, con la promessa, da parte del Comune, del mantenimento della cubatura esistente. L’obiettivo è uno solo – chiarisce l’assessore, a proposito dell’immobile di via Gramsci 8 – creare un coordinamento fra Polizia Locale e Forze dell’Ordine, per mappare e, successivamente, sgomberare tutte le abitazioni occupate illegalmente da extracomunitari. Lunedì prossimo scenderà in campo una task force: si comincia con l’Arcella, dove saranno spostati cinquanta uomini e là rimarranno finché il quartiere non sarà ripulito. Da quando mi sono insediato, replico quotidianamente un appello ai cittadini: dateci segnalazione di eventuali disagi, situazioni di degrado e anomalie. Il territorio non si controlla solo con gli agenti, ma anche con la partecipazione attiva dei residenti. Dobbiamo far sentire a chi è qui per delinquere il fiato addosso”.




Lascia un commento