Terroristi islamici hanno ucciso 18mila persone nel 2013

Condividi!

Londra – Il 2013 è stato un anno record per quanto riguarda il terrorismo nel mondo, con un incremento notevole del numero di morti. Si sono verificati circa 10mila attentati che hanno causato quasi 18mila morti, un incremento del 61% rispetto al 2012.

Il dato emerge dal ‘Global Terrorism Index 2014’ pubblicato dall’Institute for Economics and Peace. La quasi totalità degli attentati è riconducibile a estremisti di religione islamica legati a gruppi jihadisti, riuniti nell’Isis, in Al Qaeda o in Boko Haram, oltre ai guerriglieri talebani.




Un pensiero su “Terroristi islamici hanno ucciso 18mila persone nel 2013”

Lascia un commento