Torna l’influenza aviaria: migliaia i polli uccisi

Condividi!

Image: Bird Flu

Decine di migliaia di polli sono stati uccisi nei Paesi Bassi, e la Gran Bretagna si sta preparando ad uccidere le anatre, dopo due casi di influenza aviaria.

I funzionari britannici hanno detto che stavano indagando su un caso H5 del virus dell’influenza aviaria nel nord dell’Inghilterra, ma hanno osservato che non è il più pericoloso ceppo, H5N1. Sono 6.000 anatre in un allevamento nella zona di East Yorkshire Driffield che saranno uccise e una zona di restrizione è in fase di realizzazione per prevenire l’ulteriore diffusione dell’infezione. I test sono inoltre in corso presso fattorie vicine. Visto come si sono comportati con la ‘mucca pazza’, molta poca fiducia.

E’ il primo focolaio di influenza aviaria in Gran Bretagna in sei anni, almeno ufficialmente.

Il governo olandese, nel frattempo, ha vietato il trasporto di pollame e uova in tutta l’Olanda dopo aver trovato il ceppo H5N8 dell’influenza aviaria in un allevamento di polli. Tutti i 150.000 polli in una fattoria in Hekendorp, a sud di Amsterdam, sono stati uccisi e altre 16 fattorie vicine controllate.

La Globalizzazione è malata, le epidemie ne sono soltanto i sintomi.




Un pensiero su “Torna l’influenza aviaria: migliaia i polli uccisi”

Lascia un commento