La bufala del video sulla ‘ragazza molestata’

Condividi!

Il video che ha scatenato le reazioni scomposte dei media femministi di tutto il mondo – femministi solo quando si tratta di sciocchezze, non per le cose serie – è in realtà una bufale messa in scena da un regista di Los Angeles. Lo ha scoperto il sito thesmokinggun.

Il video millantava di voler mostrare una serie di uomini pronti ad approfittare di una donna ubriaca. Ci sono caduti a migliaia, seppure si notasse chiaramente qualche cosa che non andava.

Il video, “Drunk Girl In Public”, era stato descritto come un “esperimento sociale” dal creatore Stephen Zhang, 20 anni, che a quanto pare ha cercato di cavalcare le falde del 35

Il video, girato a Hollywood Boulevard, è stato visto quasi 4,5 milioni di volte da quando è stato caricato su YouTube l’8 novembre. I creduloni sono tanti.

L’attrice, una bella attrice, è  Jennifer Box, 24 anni, che vacilla su tacchi alti, mentre beve da un sacchetto di carta. La clip la ritrae pedinata da tutti gli uomini che incontra. Perché, e in questo i media di distrazione di massa sono caduti – in Italia molto attivo il celeberrimo Huffington Post, che si era subito lanciato in bizzarre elucubrazioni psicologiche – gli ‘uomini sono tutti potenziali stupratori’.

Gli uomini mostrati nel video – ognuno dei quali è visto importunare la ragazza, sono stati reclutati da Zhang prima di girare il video.




Un pensiero su “La bufala del video sulla ‘ragazza molestata’”

Lascia un commento