Ebola dilaga in Mali, si avvicina all’Italia e sfonda quota 5mila morti

Condividi!

In Mali, nel silenzio dei media, il virus Ebola ha già fatto già 4 vittime. Il paese era nella ‘‘lista rossa’‘ di quelli con il maggior rischio di diffusione del virus, per il grande flusso di ‘migranti’ dalla la Guinea. La clinica ‘‘Pasteur’‘ di Bamako è blindata dopo l’ultima vittima: un’infermiera.

“A Bamako sono tutti in preda al panico. La paura è esplosa dopo il caso dell’infermiera deceduta per aver curato un paziente arrivato dalla Guinea,” spiega il giornalista Ibrahima Ouattara.

Intanto, in Sierra Leone, centinaia di operatori sanitari hanno scioperato in una clinica, vicino alla città di Bo, a causa del mancato pagamento dal governo di una quota supplementare per l’indennità di rischio. Il centro, gestito da Medici Senza Frontiere, è l’unico per i contagiati da Ebola nel sud del Paese. Gli africani scioperano, e i cattivi bianchi li curano.

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), l’epidemia aumenta in Sierra Leone mentre si stabilizza in Guinea e Liberia. Sono oltre 5mila i morti e 14mila i casi di contagio.




Lascia un commento