Vietato fumare: 80 frustate a chi vende sigarette

Condividi!

Alcuni negozianti sorpresi a vendere sigarette nella città di Mosul, sono stati condannati ad 80 frustate, più di due settimane di carcere e una multa salata. E’ la pena tipica prevista dalla legge islamica di ISIS in Iraq e Siria.

Le nuove regole hanno causato un’impennata al prezzo delle sigarette in città. Le persone hanno paura di fumare nelle loro case.

Strano come l’islamismo sia simile al totalitarismo moderno del ‘salutismo’ liberticida imposto dai governi.




Un pensiero su “Vietato fumare: 80 frustate a chi vende sigarette”

Lascia un commento