Milano: Comune e Regione mandano bambini di 5 anni al ‘teatro gay’

Condividi!

NELLO SPETTACOLO ‘GENITORE 1’ E ‘GENITORE 2’

A Milano, i bambini delle scuole saranno obbligati dall’amministrazione comunale di Pisapia e da quella regionale di Maroni (VOX non ha referenti politici, ma solo obblighi ideali, e pesta ovunque ci sia da pestare) ad assistere, con finanziamenti pubblici, al ‘teatro gay’: “Illecite visioni”, festival di teatro omosessuale che si tiene al Teatro Filodrammatici.

Domani andrà in scena “Piccolo Uovo”, per i bambini da 5 a 10 anni, dove si ‘insegnerà’ ai bambini che le famiglie non sono fatte da un padre e una madre, ma da genitore 1 e genitore 2.
Il 25 e il 26 novembre sarà la volta dei i ragazzi del liceo, che assisteranno allo spettacolo Comuni Marziani, che affronta il tema dell’omosessualità adolescenziale. Una sorta di lavaggio del cervello.




Un pensiero su “Milano: Comune e Regione mandano bambini di 5 anni al ‘teatro gay’”

Lascia un commento