Pisapia paga 6.000 euro a consulente: perché scelga i piatti…

Condividi!

Da leggere la denuncia del consigliere comunale di Milano Gianluca Comazzi.
Pisapia ha elargiti 6.000 euro per un lavoro di trenta giorni a – guarda il caso – un ex assessore della giunta Bassolino, Walter Ganapini, perché scegliesse che tipo di piatti usare nelle mense comunali. Costa più la sua ‘consulenza’ dei piatti.

Siete curiosi di sapere la geniale trovata partorita dopo trenta giorni di ‘duro lavoro’? I piatti biodegradabili. Pisapia non ci arrivava da solo? Si doveva pagare un sedicente consulente?




Un pensiero su “Pisapia paga 6.000 euro a consulente: perché scelga i piatti…”

Lascia un commento