Epidemia di MERS in Arabia: “Non bevete piscio di cammello”

Condividi!

APPELLO DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Con 38 casi confermati di MERS dall’inizio di settembre e 32 casi segnalati questo mese, in Arabia Saudita il Ministero della Sanità (MOH) ha ammesso che il virus è una minaccia nel Regno.

Questo segue la segnalazione di 6 nuovi casi nel corso delle ultime 24 ore, di cui uno già fatale.

Nel recente aumento dei casi MERS nel Regno, la città di Taif è stata colpita particolarmente, con 17 casi.

Si legge nel comunicato del Ministero che “Le persone dovrebbero evitare il contatto ravvicinato con gli animali, in particolare i cammelli, visitare fattorie, mercati, o aree dove il virus è conosciuto per essere potenzialmente presente. Le norme igieniche generali, come lavarsi le mani regolarmente prima e dopo aver toccato animali, evitando il contatto con animali malati, devono essere rispettate.
La gente dovrebbe evitare di bere latte crudo di cammello o urina di cammello, o mangiare carne che non è stata cotta correttamente.

Perché uno degli hadith di Maometto ordina ai musulmani di bere l’urina di cammello.




Un pensiero su “Epidemia di MERS in Arabia: “Non bevete piscio di cammello””

Lascia un commento