La bufala dell’allenatore russo ‘rassista’

Condividi!

E’ tale la ‘fame’ di ‘rassisti’ da mettere al rogo, che i media di distrazione di massa arrivano ad inventarseli.

E’ il caso dell’allenatore del Rostov, squadra di Russian Premier League.

Igor Gamula, questo il nome del razzisti ad honorem, ha detto ai media locali che il club aveva ‘abbastanza giocatori dalla pelle scura, ne abbiamo sei’ quando gli è stato chiesto in una conferenza stampa post-partita ieri, Venerdì, se Rostov avrebbe segnato il difensore del Camerun Benoit Angbwa.

Gamula ha anche detto che cinque dei suoi giocatori russi erano malati con febbre alta e scherzato sul fatto che l’epidemia di Ebola fosse la causa.

Aggiungendo, poi, che il riferimento alla malattia era ‘uno scherzo, ovviamente.’ Ma non è bastato, la fanfara antirazzista era già partita.

Gamula, 54 anni, ha assunto la guida del Rostov nel mese di settembre.




Lascia un commento