Denuncia Salvini: “Ilva licenzia italiani e assume immigrati sottopagati”

Condividi!

“Mio padre lavorava all’Ilva e ha perso il lavoro, perché al suo posto hanno assunto tre immigrati a un terzo della cifra. É una vergogna, spero tanto che la Lega dia una mano a tutti noi”.

E non è una vicenda isolata. Perché le leggi non tutelano i lavoratori italiani dall’ondata incontrollata di stranieri low-cost disposti a tutto.

Marx li chiamava ‘esercito di riserva’, servivano ai grandi capitali a tenero sotto ricatto i lavoratori. Ma ormai i sindacalisti non leggono più Marx, leggono Luxuria.




2 pensieri su “Denuncia Salvini: “Ilva licenzia italiani e assume immigrati sottopagati””

Lascia un commento