EBOLA, Lorenzin: “Situazione estremamente grave”

Condividi!

“PERICOLO DA MARE NOSTRUM”

Dopo essersi occupata del grave problema delle smagliature, e dopo mesi di ‘nessun rischio ebola’, poi corretto a ‘basso rischio ebola’, oggi, il presunto ministro della Salute, l’alfanide Lorenzin, ha detto che “la situazione è estremamente grave” aggiungendo che “è necessario un intervento rapido e coordinato nei Paesi interessati per impedire che l’epidemia possa viaggiare. Sia le Nazioni Unite sia l’Oms stimano che l’epidemia arriverà a 20 mila casi entro la fine dell’anno”. In realtà 30 mila.

Secondo la Lorenzin, inoltre, “con i tagli lineari al Sistema sanitario nazionale si mette anche a rischio il sistema dei controlli. Le ispezioni non si fanno da sole. La sicurezza è una priorità e per questo ho chiesto più fondi nella legge di stabilità destinati al controllo sanitario di porti e aeroporti, che svolgono gli operatori dell’Usmaf, gli Uffici di sanità marittima aerea e di frontiera. Abbiamo molti fronti aperti e serve un rafforzamento del sistema di sicurezza”, sottolineando che i controlli, anche nell’ambito dell’operazione Mare nostrum, vanno rafforzati.

Il che vuol dire che, ad oggi, i controlli non sono sufficienti. E che gli immigrati sono fonte probabile di Ebola.

L’abbiamo sempre saputo, oggi lo conferma anche il governo.




Un pensiero su “EBOLA, Lorenzin: “Situazione estremamente grave””

  1. Ah finalmente sembra che il governo cominci a prenderne atto.

    E allora a questo punto la cosa più giusta da fare é annullare definitivamente Mare Nostrum, e destinare quei 5 miliardi di euro annui vergognosamente sprecati per questa porcheria, al comparto sanità.

    Troppo bello sarebbe per essere vero, ma temo che proprio per questa ragione ciò non avverrà mai, e al terzetto delle “meraviglie” Renzi-Alfano-Boldrini non gli passa neppure per l’anticamera del cervello, soprattutto all’ultima.

Lascia un commento