I musulmani devono festeggiare: italiani svegliati dagli altoparlanti

Condividi!

Come saprete, in questi giorni l’Islam celebra la “Festa del sacrificio”. E questo permette di offrire ulteriori assaggi di quello che vuol dire ospitare migliaia ( di questo passo milioni) di musulmani nella propria terra. Dopo i casi di capretti sgozzati ferocemente in giardino, ora c’è anche la sveglia presto di Sabato mattina.

E’ quanto accaduto lo scorso sabato, a Mestre, nel comune di Venezia, dove decine di mestrini sono stati svegliati di soprassalto, nelle primissime ore del mattino, dalla preghiere di islamici diffuse tramite altoparlanti.
Difatti, è stata concessa l’installazione di amplificatori, per richiamare nel piazzale della Chiesa Madonna pellegrina, in centro cittadino, gli oltre 300 musulmani di zona.

E per i mestrini che il Sabato volevano recuperare un po’ di sonno? Ca… loro.
Perché, fondamentalmente, è questo la società multietnica: perdere spazi e diritti in favore di qualcun altro.

Logicamente, quando si parla di islamici, i fastidi che ci prospetta il futuro, sono ben altri che non poter dormire manco il Sabato mattina: per averne un assaggio, basta dare un occhio ai paesi che venti anni fa erano come oggi siamo noi.

Iniziando dai richiami alla preghiera; con la solita tattica dei “piccoli passi”, i musulmani oggi vogliono il richiamo per la festa del sacrificio, e domani chiederanno di far urlare i muezzin dai minareti




Un pensiero su “I musulmani devono festeggiare: italiani svegliati dagli altoparlanti”

  1. Come se il fatto di essere musulmano implica di non essere italiano…
    Come se gli italiani che vivono all’estero non avessero diritti…
    Come se festeggiassero tutti i giorni/settimane (cosa che ovviamente gli italiani non fanno *ironico*)…
    Come se le campane delle chiese cristiane non rompessero i coglioni diverse volte al giorno tutti i giorni…
    Come se chi ha scritto questo articolo avesse un briciolo di intelligenza…

    Questo non solo dimostra che c’è ancora gente che fa generalizzazioni assurde e usa la propria xenofobia al posto della logica per argomentare, ma anche che questa gente pretende di essere un mezzo di informazione o addirittura di rappresentare altra gente. Guardatevi bene da queste persone, e da persone intelligenti dissociatevi da questi pensieri irrazionali che di certo non portano a nulla di buono.

Lascia un commento