Terrorismo: Al Fano si è perso 500 algerini…

Condividi!

Che fine hanno fatto gli almeno 500 algerini arrivati all’aeroporto di Fiumicino nel 2014 e poi spariti nel nulla? Lo chiede in un’interrogazione parlamentare il senatore Maurizio Gasparri (FI).

“Secondo quanto denunciato dal sindacato di polizia Consap, dall’inizio dell’anno sarebbero almeno 500 gli algerini giunti a Roma con voli provenienti da Algeri e da Istanbul dei quali non si ha più traccia – scrive Gasparri – Nel solo mese di settembre, in pieno allarme terrorismo legato ai jihadisti dell’Isis, ben 35 di costoro avrebbero eluso i controlli di sicurezza e sarebbero poi svaniti. Sembra che gli algerini siano riusciti a confondere gli agenti e a ‘mimetizzarsi’ all’interno dello scalo romano indossando parte dell’abbigliamento in dotazione al personale aeroportuale di terra. Come è possibile che accada tutto ciò? Ci sono dei complici che agevolano questa fuga? Cosa si sa di queste persone? Queste sparizioni sono legate al traffico umano dei clandestini, via alternativa a quella degli scafisti, o alla malavita organizzata? Se è vero che queste ‘sparizioni’ sono continue, perché non è stata potenziata la vigilanza sui voli provenienti dall’Algeria? Va fatta chiarezza su questa inquietante vicenda. Un buco di queste dimensioni per la sicurezza nazionale è intollerabile”

Sono finiti insieme ai 150mila dell’operazione Mare Nostrum.

Se solo a Roma sono 500 gli algerini in ‘clandestinità’. Immaginiamo quanti sono gli immigrati di tutte le nazionalità e in tutta Italia. Siamo invasi da migliaia di potenziali terroristi.




Un pensiero su “Terrorismo: Al Fano si è perso 500 algerini…”

Lascia un commento