Sinodo, l’uomo del Papa: “Non possiamo rimanere a 2mila anni fa”

Condividi!

“C’è una porta che finora è stata chiu-
sa e che il Papa vuole aprire”. Così
il segretario generale del Sinodo,card.
Baldisseri,alla presentazione dell’as-
semblea straordinaria sulla famiglia al
via domenica.

“Dobbiamo calare la dottrina autentica
nella realtà attuale della famiglia”,
ha detto il cardinale sul tema della
comunione ai divorziati risposati.”Noi
camminiamo nella storia, la religione
cristiana non è ideologia, la famiglia
di oggi è diversa, se neghiamo questo
restiamo a 2000 anni fa”, ha concluso.

Non entriamo sulla questione in sé della
comunione ai divorziati.

Ma una religione è più di ideologia, è, appunto, verità rivelata.
Sentire un presunto cardinale ridurla a mera ‘evoluzione’ sociale, fa cadere le braccia, e sempre di più svela il nichilismo che questo Papa sta instillando nella Chiesa.

La frase, poi: “la famiglia di oggi è diversa, se neghiamo questo restiamo a 2000 anni fa“, è scioccante. Da parte del rappresentate di una religione che si basa totalmente su un avvenimento accaduto duemila anni fa.

E poi cosa, se la società regredisse ad una sorta di poligamia, loro regredirebbero di conseguenza?

«Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L’anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio». (1Gv 2,22)

Intanto, Baldisseri si è portato avanti. Ha negato il Figlio.

Del resto, a chi si attagliano molto bene, queste parole profetiche di Soloviev:
“L’Anticristo sarà un ‘convinto spiritualista’, un ammirevole filantropo, un pacifista impegnato e solerte, un vegetariano osservante, un animalista determinato e attivo”




Un pensiero su “Sinodo, l’uomo del Papa: “Non possiamo rimanere a 2mila anni fa””

Lascia un commento